Autore del progetto
Progetti / BEATRICE AUGUADRO

GAZEBO - CHIUSURA STAGIONALE IN CENTRO STORICO IN FERRO E VETRO

Località COMO
Anno 2005
Condizioni Opere realizzate
Tipologia Caffè e ristorazione
Struttura prevalente Altro
L'intervento progettuale di realizzazione di un Gazebo in Via Piero Gobetti a Como, nasce da una parte dall’esigenza di ampliare lo spazio commerciale di un esercizio pubblico ubicato in una zona di notevole interesse storico-architettonico e quindi turistico (in Città Murata nei pressi del Duomo), dall’altra dalla volontà di riqualificare un’area del centro storico sicuramente strategica ma sino ad oggi scarsamente utilizzata. Piazza Gobetti infatti sino a qualche decennio fa, prima dell’intervento di sistemazione della pavimentazione ed arredo urbano realizzato dall’Amministrazione Comunale, è stata considerata di fatto un’area “di servizio” utilizzata dagli esercizi commerciali per lo scarico di merci, il parcheggio momentaneo di veicoli, la collocazione di cassonetti e/o campane per la raccolta dei rifiuti. Prima dell'intervento progettuale purtroppo la situazione non era molto cambiata: nonostante il tentativo di riconquistare un “cortile urbano” a favore della cittadinanza e del flusso turistico mediante il rifacimento della pavimentazione, la piantumazione di essenze arboree e la collocazione di panchine e una fontana, tale zona era considerata un’area di transito (più veicolare che pedonale) e non di sosta ed era spesso in condizioni di degrado ed abbandono. La speranza quindi è che l’intervento realizzato contribuisca al miglioramento della città riqualificando uno spazio urbano dove il cittadino e il turista possa sostare e riposarsi durante la visita del centro storico. E' apparso chiaro fin dall'inizio che la scelta della forma, dei materiali e degli elementi decorativi avrebbe avuto un ruolo fondamentale nella proposta di intervento. La forma innanzitutto non doveva essere eccessivamente intrusiva né appariscente, doveva consentire il passaggio di autoveicoli di pubblico servizio (mezzi di soccorso, per la raccolta di rifiuti, etc.) e non interrompere gli attuali percorsi pedonali. E' stata proposta quindi una forma progettuale semplice e quanto più rispettosa delle caratteristiche dell’area e delle distanze richieste dalla normativa vigente: una semicirconferenza con due quadrati laterali, che servono ad “impacchettare” le vetrate scorrevoli ripiegabili a libro. La volumetria massima prevista era di c.a. 25 mq e l'opera doveva rispettare alcuni parametri imposti dall'Amministrazione Comunale quali le distanze da edifici e pozzetti tecnici nonchè essere una struttura completamente rimovibile in tempi brevi senza compromettere la pavimentazione lapidea del centro storico. Per quanto riguarda la scelta dei materiali, sono stati esclusi l’alluminio e le materie plastiche (ondulux, etc…) in quanto non tipologici ed in contrasto con i materiali utilizzati negli edifici adiacenti. In particolare si è cercato di riprendere e richiamare gli elementi costruttivi e decorativi della copertura del passaggio pedonale che da p.zza Gobetti conduce ai Portici Plinio (struttura in ferro, vetrate semplici e trasparenti, decorazione liberty). La struttura del Gazebo è costituita dai seguenti componenti: - Pavimentazione: pannelli di compensato marino multistrato removibili ed ispezionabili sorretti da struttura costituita da traversi con piedini di appoggio asportabili e ad incastro (la pavimentazione lapidea dell’area infatti ha una lieve pendenza e pertanto era necessaria una struttura pavimentale sopraelevata tale da consentire un regolare deflusso delle acque meteoriche); - Pareti e serramenti: struttura costituita da telai in ferro asportabili e pannelli vetrati ripiegabili a libro in modo da consentire l’apertura dell’intera struttura; - Copertura: in rame trattato artificialmente con prodotti specifici per ottenere tonalità verde-ossidato (come da prescrizione della Soprintendenza); - Fascia decorativa del sottogronda e cancelletti pedonali in ferro(di chiusura del corridoio tra l'edificio e il gazebo): richiamano l’elemento decorativo liberty del passaggio pedonale coperto.
Gazebo con struttura costituita da telai in ferro asportabili e pannelli vetrati ripiegabili a libro in modo da consentirne la totale apertura
Gazebo con struttura costituita da telai in ferro asportabili e pannelli vetrati ripiegabili a libro in modo da consentirne la totale apertura
Altri progetti di BEATRICE AUGUADRO