Progetti / ROCCO ANTONIO GATTO

PARCO ARCHEOLOGICO MEDIEVALE DI MILETO - COMPLETAMENTO SCAVO DEL SEPOLCRO DI RUGGERO D’ALTAVILLA ED INTERVENTI DI VALORIZZAZIONE E FRUIBILITÀ DEL SITO

Località Mileto - Italia
Anno 2014
Condizioni Opere realizzate
Tipologia Spazi pubblici e paesaggio
Struttura prevalente Altro
L' area interessata dagli interventi di riqualificazione è costituita da una serie di reperti archeologici comprendenti i ruderi della Abbazia, della Cattedrale e degli edifici Vescovili, posizionati nelle zone detta "lamie", Cattedrale e "collina monte verde" Abbazia, facenti parte della Mileto Normanna, territorio dove il Conte Ruggero d'Altavilla detto il “Bosso” pose la sua residenza abituale, con precisione nel "castrum " di Mileto, che ingrandì abbellì ed elevò a Capitale dei suoi domini. Risulterebbe che antecedentemente alla venuta dei Normanni esisteva un castrum di Mileto e che Ruggero, ottenutolo dal fratello Roberto il Giuscardo, vi fece la base delle sue operazioni di guerra, e quindi, da allora, la sua sede. "Ruggiero ebbe forza e fortuna di conquistare quasi tutta la Calabria e l’intera Sicilia, così rese assai celebre questa città di sua prima signoria e per opera del Gran Conte, Mileto ebbe un periodo di splendore, degno di una capitale e fu grande per monumenti, per tempi superbi, per anni vittoriose”. I lavori rientrano in un processo di fruibilità e sistemazione dell'intero parco che costituirà una delle più grandi aree archeologiche visitabili della Calabria. Il sito si sviluppa sostanzialmente su tre macro-aree: Abbazia, Borgo e Cattedrale e gli interventi sono mirati alla loro fruibilità per mezzo di percorsi, aree di sosta ed infine con il recupero di alcuni fabricati di periodo ottocentesco siti sulle varie aree .