Autore del progetto
Progetti / ARMANDO TORTELLA

PROGETTO E D.L. DELLA CASA CANONICA DI BORGHETTO, RESTAURO E RISANAMENTO DELLA COPERTURA, MODIFICHE INTERNE

Località Borghetto, Valeggio sul Mincio (VR)
Anno 2010-11
Condizioni Opere realizzate
Tipologia Recupero, restauro e ristrutturazione
Struttura prevalente Struttura mista
Il restauro e la manutenzione straordinaria della copertura e delle facciate della casa canonica, le modifiche interne dell’alloggio del parroco, la revisione degli impianti elettrico e termo-idraulico-sanitario, l’ordinaria manutenzione dei vani interni della canonica si erano resi assolutamente indispensabili e improrogabili. Ora che i lavori sono stati ultimati possiamo ammirare la casa canonica nella sua bellezza architettonica e nei colori originari a beneficio dei parrocchiani e dei numerosi turisti che visitano Borghetto considerato una gemma preziosa fra i borghi più belli d’Italia, vicino al lago di Garda, inserito nel paesaggio del parco del Mincio e nelle adiacenti colline moreniche. I lavori si sono svolti secondo le fasi progettuali previste e programmate, seguendo in particolare le direttive della Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici di Verona. L’intervento operativo ha riguardato 3 aspetti di recupero e di valorizzazione dell’immobile che di seguito si descrivono. 1. Restauro e manutenzione straordinaria della copertura L’intervento per il restauro e la manutenzione straordinaria della copertura della canonica di Borghetto, edificio di epoca quattrocentesca (primo nucleo), seicentesca, settecentesca e ottocentesca (secondo nucleo) si era reso assolutamente necessario, viste l’instabilità del manto in coppi, l’infiltrazione di acqua piovana e la crescita di vegetazione parassita sui coppi, dovuta all’incuria manutentiva ordinaria e al conseguente cedimento strutturale delle travature, dei correntini e del tavolato nel loro insieme sottodimensionati e ormai poco adatti a sorreggere il peso proprio e il carico di esercizio dell’edificio e delle sue caratteristiche funzionali. Sintesi dei lavori Rimozione dei coppi, controllo e risanamento delle teste delle capriate, travi primarie, secondarie, centine e terzere, pulitura e trattamento antitarlo e antimuffa a mano con pennello di tutta la suddetta orditura; sostituzione dei tavolati e dei correntini spezzati, inadeguati, sottodimensionati; posa di nuovo tavolato immaschiato al posto delle sottopelli e del tavolato marcio e mancante. Fornitura e posa in opera di soluzione di ventilazione al tetto; posa in opera di nuova impermeabilizzazione sulle coperture costituita da guaina ardesiata saldata, compresi i sormonti di almeno 10/20 cm e successivamente fissaggio a malta dei coppi per una posa a regola d’arte. Sostituzione dei canali, dei pluviali, delle converse e delle scossaline, con nuovi elementi identici ai precedenti per forma e fattura. Tutte le nuove opere di lattoneria sono state realizzate in rame. Descrizione dei lavori: a) opere di ponteggio per l’esecuzione dei lavori intorno alle coperture, realizzate secondo le disposizione in materia di sicurezza comprensivi di ponti sottoponti scalette e reti protettive per la caduta di oggetti verso il basso onde garantire la sicurezza alle opere circostanti e alle persone. b) rimozione, sostituzione (per circa il 70%), ricollocamento e apposito fissaggio dei coppi in laterizio, ogni fila, su tutte le coperture interessate dall’intervento. I canali in laterizio sottostanti i coppi di finitura sono stati sostituiti da nuovi elementi, mentre la finitura superiore del manto è stata recuperata (per circa il 50%) ed è quindi costituita dai coppi originari con integrazione di elementi di recupero simili agli originali; c) pulizia di tutti gli elementi portanti della copertura recuperabili: travi primarie, secondarie, terzere; allontanamento di tutti i materiali di risulta e/o di precedenti lavori in discarica autorizzata; d) revisione delle mensole in legno sotto le capriate dei due sottotetti e revisione delle staffe in ferro; inserimento di perni e nuove staffe per il recupero della loro funzione statica di portata del carico sovrastante; e) copertura con elementi termoisolanti con strato di ventilazione: tipo “3” incrociato autoportante con listelli e pannelli isolanti (v. schema allegato). 2. Restauro e manutenzione straordinaria delle facciate Con questo lavoro si è cercato di riscoprire e di valorizzare quello che esisteva già da sempre, la composizione degli intonaci originari e i colori di un tempo, attraverso le prove stratigrafiche visionate ed approvate dalla Soprintendenza. Si è inoltre provveduto a rinforzare l’apparato murario di tutte le facciate ammalorato, indebolito dalle calamità naturali, fessurato in profondità, decoeso e con l’intonaco staccato nella maggior parte delle superfici murarie analizzate. Nell’ambito dei lavori previsti si sono rifatti parzialmente e a volte totalmente gli intonaci esterni come previsto nell’intervento dei lavori secondo il progetto di restauro autorizzato dalla competente Soprintendenza di Verona. I serramenti e gli infissi perimetrali esterni sono stati revisionati e restaurati, scolorati e riverniciati, oppure sostituiti con nuovi che hanno mantenuto le medesime caratteristiche degli originari, nelle dimensioni, nei materiali, nella tecniche e nella lavorazione costruttiva, compresa la finitura e i colori, come si conviene nell’ambito conservativo e di fedele rifacimento nella vocazione originaria dell’immobile, in armonia con le caratteristiche del luogo e degli edifici circostanti che hanno medesime finiture, come prescritto nelle norme edilizie locali e nazionali per la tutela del patrimonio architettonico del centro storico di Borghetto e della sua scena urbana. Descrizione dei lavori: 1. LIEVO VECCHI SERRAMENTI E RIFINITURE MURARIE Al piano terra al primo e al secondo: lievo serramenti esistenti, inserimento di controcasse e realizzo di falsistipiti, compresi i materiali e le rifiniture finali. 2. OPERE DI RESTAURO DEI CONTORNI IN TUFO ALL’ESTERNO Opera di restauro dei contorni in tufo da 16 cm intorno alle finestre e delle porte del piano terra-primo e secondo, di quelli ammalorati e fessurati e pulizia di quelli integri con protettivo finale idrorepellente, compresi tratti di tufo parzialmente sostituiti; compresi perni, retine e ogni altro materiale necessario per realizzare il lavoro secondo la regola d’arte, trattamento idrorepellente finale, compreso oneri per il ponteggio. 3. OPERE DI INTONACO DI CALCE ALL’ESTERNO Opera di demolizione di quello ammalorato e fessurato e realizzazione di nuovo intonaco: rinzaffo, arriccio e rasatura con intonachino a base di calce con polvere di marmo (fino a 3 cm), con finitura a grana media antica sulle pareti esterne, compresi ritocchi preliminari di fessure lievi e profonde, uso di perni e reti plasticate, comprensivo delle riprese dovute a stacchi di intonaco ecc., compresi inoltre gli oneri del ponteggio realizzato secondo la normativa vigente. 4. COMIGNOLI Restauro mediante integrazione delle parti mancanti, risanamento e trattamento finale di 3 comignoli esistenti sul tetto mediante materiali e tecniche costruttive ricavate dalla tradizione locale, riportando i manufatti alla loro originalità, come indicato nella tavola grafica di progetto (scheda A). 3. Modifiche interne della canonica e impianti L’intervento progettuale per le modifiche interne della casa canonica si è reso necessario per una nuova esigenza da parte del parroco che ha voluto modificare il proprio alloggio, ubicato al primo piano della canonica, per renderlo più funzionale alle sue esigenze abitative con una parziale ristrutturazione interna allo scopo di realizzare un nuovo bagno nella zona giorno, restringendo il soggiorno e dividendo in due l’atrio d’ingresso, con migliori rifiniture edilizie al piano stesso. Nell’ambito dei lavori previsti si sono rifatti parzialmente gli intonaci interni e i pavimenti della zona giorno interessata all’intervento progettuale. Anche gli impianti elettrico e termo-idraulico-sanitario sono stati adeguati alle normative vigenti. Si è installato inoltre un sistema di climatizzazione ad inverter con pompa-calore solo nell’alloggio del parroco. Si è provveduto in tutta la canonica all’ adeguamento dell’impianto generale di riscaldamento e dell’impianto elettrico alle normative vigenti. Descrizione dei lavori: 1. DEMOLIZIONE PAVIMENTO ESISTENTE ZONA ALLOGGIO P.1° Demolizione del pavimento esistente costituito da marmette: e pulizia dello stesso fino alla cappa del solaio esistente, allontanamento dei detriti in discarica autorizzata, comprese le opere di puntellatura ed ogni altro onere. 2. INNALZAMENTO E RINFORZO STRUTTURALE SOLAIO P.1° Zona camera-atrio: per portare alla stessa quota di calpestio il piano dell’appartamento del parroco. Fornitura e posa di rete elettrosaldata sulla porzione di solaio esistente Ø 6-8 20x20 cm e caldana in cls. alleggerito da 5 a 10 cm., compreso il ferro, le opere di puntellatura ed ogni altro onere. 3. FORNITURA E POSA IN OPERA DI TRAMEZZE DA 8-12 cm Fornitura e posa in opera di tramezze da 8 o da 12 cm, compreso foglio isolante al piede e onere di ponteggio. 4. FORNITURA E POSA IN OPERA DI NUOVA PAVIMENTAZIONE: PIANO 1° (soggiorno-camera-atrio) Fornitura e posa in opera con colla (o in alternativa con sabbia-cemento) di nuova pavimentazione in piastrelle in ceramica in gres porcellanato, 40x40 cm compreso il massetto, le fughe e le stuccature finali. 5. FORNITURA E POSA IN OPERA DI RIVESTIMENTO E PAVIMENTO IN CERAMICA PER WC: PIANO 1° Fornitura e posa in opera con la colla (o in alternativa con sabbia-cemento) di nuova pavimentazione in piastrelle in ceramica lucida colorata a scelta, compreso il massetto per il pavimento, le fughe e le stuccature finali e tozzetto superiore. 6. OPERE DI INTONACO CIVILE ALL’INTERNO Opera di demolizione-rifacimento parziale-totale degli intonaci con finitura al civile sulle pareti delle tramezze, compresi ritocchi in tratti in comune con pareti non demolite o riprese parziali-totali dei soffitti, compresa rete plasticata, paraspigoli, compreso l’onere dei ponteggi al P.T. P.1°. (appartamento del parroco) P.2°. soffitta: 7. OPERE DI TINTEGGIATURA INTERNA Opere di tinteggiatura interna in tutti i locali (p.t.-1°.p-2°.p.) con il colore bianco di tipo a tempera lavabile, applicate con stesura a 2 mani, previa mano di sottofondo vinilico, compreso l’uso di scale, trabatelli, ecc… .