Autore del progetto
Progetti / Francesco Saverio Forte

PIANO URBANISTICO COMUNALE DEL COMUNE DI AGEROLA

Località Agerola
Anno 2006
Condizioni Opere realizzate
Tipologia Urbanistica e ambiente
Struttura prevalente Altro
Il contenuto strategico delle scelte urbanistiche del P.U.C.si esprime nella classificazione del suolo, nell’attuale stato di fatto e di diritto, resa conforme al linguaggio amministrativo di cui al D.M. 2 Aprile 1968, n. 1444, nel proporzionamento del Prg, nelle regole normative, riferimento degli usi e degli interventi ammissibili, ispirate al recupero del patrimonio urbanistico ed edilizio, alla valorizzazione delle potenzialità conseguenti dalle aree di parco; alla tutela delle qualità ambientali delle aree montane, nelle regole, assunte nelle norme scritte e disegnate in cartografia, concernenti le modalità di attuazione delle decisioni di uso e intervento, ispirate al duplice regime immobiliare, facente ricorso alle regole pubblicistiche espropriative ed altresì alla pratica consensuale di regole perequative. Le principali categorie presenti nelle scelte sono riconducibili al concetto di valorizzazione dell’ identità locale, con riferimento ai singoli nuclei insediativi, all’insieme paesaggistico ed ambientale, all’insieme produttivo, all’accessibilità territoriale. L’innovazione nelle aree per attrezzature ed attività pubbliche promuove la gerarchia di ruoli e di prestazioni, che si è ritenuta idonea a promuovere la rigenerazione dei singoli nuclei insediativi, ed altresì la riconquista dell’unitarietà fruitiva dell’agglomerato urbano di Agerola. Il progetto si propone la conservazione della identità dei luoghi, perseguendo la obbligatoria socializzazione del suolo (mq. 131.000), e il soddisfacimento delle aspettative di sviluppo socio economico. Il P.U.C. persegue una dotazione complessiva di aree ad uso pubblico pari a mq. 297.107. Riferita ai 8.250 abitanti previsti, ne consegue uno standard pari a mq. 36 ad abitante. Le aree sono correlate nei modi di uso e di assetto a unità di suolo ad attuazione coordinata, con usi differenziati del tipo C – D3 – D1/D2, H1/H2, potenziali generatrici della cessione consensuale gratuita, resa possibile con le Norme Tecniche redatte, essenziale procedimento che rende credibili gli obiettivi enunciati. La relazione economico – finanziaria di seguito illustrata rende percepibile l’interesse pubblico nella adozione nella disciplina urbanistica di regole correlanti l’interesse pubblico e quello privato. La rappresentazione su base cartacea e numerica contempla parti selezionate del territorio ad usi urbani dei quattro nuclei insediativi. Interessa gli ambiti ove la riconosciuta necessita di incisività del governo del suolo ne ha imposto la progettazione accurata, con riferimento a caratteri funzionali, e tipo morfologici. Esplicita quindi intenzioni di qualità dell’insediamento, da perseguire attraverso l’attuazione. Sono rappresentati i perimetri delle unità di suolo ad attuazione coordinata, i perimetri delle specifiche zone elementari, l’articolazione tipo morfologica possibile dei volumi edilizi, dei percorsi, degli spazi ad uso pubblico, coerenti con gli indicatori di capacità di utilizzazione edificatoria. Progettista Associato per il Piano.
Altri progetti di Francesco Saverio Forte