Autore del progetto
Progetti / GIUSEPPE MILESI

STONE CITY

Località Bolgare (BG)
Anno 2017
Condizioni Tavole di concorso
Tipologia Esposizioni ed eventi
Struttura prevalente Cemento armato
Concorso Internazionale di Progettazione. Architettura Poliedrica - Nuovo Plasticismo Barocco © 2018 Milesi Giuseppe. A - 112304 del 29 settembre 2017 MiBACT (RM). Tutti i Diritti Riservati. "Geometria e Colore, Ragione e Sentimento, Razionalità ed Irrazionalità la Poetica dell'Architettura Poliedrica. Il segreto la LUCE nelle varie ore del giorno, per via della Poliedricità da sensazioni differenti, cioè Emozioni." ® Progetti di Architettura Poliedrica. “Platone pensava che aria, terra, fuoco e acqua, considerati il principio di tutte le cose, fossero elementi costituiti da piccolissime particelle aventi appunto la forma dei poliedri regolari. Secondo la concezione del Filosofo, il fuoco corrispondeva al tetraedro, la terra all’esaedro, l’aria all’ottaedro e l’acqua all’icosaedro. Il dodecaedro, infine, era per lui il solido perfetto assunto dalla divinità a simbolo e modello dell’intero Universo” Composizione Poliedrica (Progettazione Organica); Costituita in ordine da: Allungata pentagonale cupola rotonda orto, Allungata orthobicupola pentagonale, Allungata cupola pentagonale, Miscela cupola piazza. Lo stile che propongo in questo progetto, imitando l’Architettura Classica, 2000 a.c., (e non vorrei dire che è calibrata su moduli matematici, cioè l’altezza del pilastro del Partenone che è inscritto nel rettangolo Aureo, è sette volte il diametro del pilastro. La cupola del Pantheon è una semisfera di un cerchio che tange il piano di calpestio), è trasfigurata in quello che io chiamo Plastico Poliedrico. Ispirandomi ai Poliedri Regolari, definiti nel Divina Proporzione del 1509 d.c., come solidi costituiti da figure geometriche piane regolari aventi uguali lati ed angoli ed in comune un segmento. L’Arte mi ha istruito, ma soprattutto mi ha dato una cultura nel tempo, e gli Archi Star che mi hanno formato hanno sempre avuto a che fare con l’Arte. Le Corbusier si è ispirato al Purismo, Frank Lloyd Wright al Cubismo progettando secondo gli assi Cartesiani per distruggere la scatola, fino ad Aldo Rossi alla Metafisica e Gehry Frank Owen dove la sua Architettura è espressione del Movimento Cubista. Trasposizione della rappresentazione bidimensionale cubista nello spazio tridimensionale dell’edificio. Zaha Hadid, al Suprematismo di Malevich, concettuale, quadrato bianco su sfondo bianco. Quest’ultima non ha mai amato l’angolo retto, lo si vede bene nelle sue opere e lo si legge bene nella sua monografia, e Owen ha scardinato la realtà Euclidea. Quest’ultimi due hanno dimostrato che il Razionalismo è superato, va bene nell’Edilizia commerciale speculativa. Nel 2012, la Galleria d’Arte Contrada Tre Passi di Bergamo, Italia, ha lanciato il Manifesto del Nouveau Rèalisme. L’espressione dell’inconscio è il nuovo realismo ed è ciò che caratterizza questi due ultimi maestri dell’Architettura, la spontaneità dell’impulso creativo, privilegiando per l’appunto l’espressione Inconscia. L’Arte tra il 1960/70. Una citazione di un Artista che ha fatto parte del Surrealismo, Alberto Martini: ” La mia pittura è poliedrica è così chiamata per due ragioni. Prima per la mia costruzione plastica poliedrica, poi perché realizza un fatto universale. L’esistenza e l’universo sono poliedrici. Il nostro pensiero è poliedrico, e così i nostri ricordi, l’intuito e l’amore ed infine la visione delle cose”. Pittura astratta 1952, quadro tratto da Catalogo realizzato in occasione della mostra dedicata a Alberto Martini, Bergamo 14 ottobre – 19 novembre 1995 alla Galleria d’Arte Contrada Tre Passi di Bergamo, Italia. La nostra personalità è Poliedrica e ogni faccia del poliedro rappresenta un manifestazione del nostro inconscio, che io ho dipinto in stile Surrealista e figurativo. Stile Plastico Poliedrico, che si ispira all’Architettura Classica e al Surrealismo Depositato al Ministero per Beni e le Attività Culturali, Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali, Servizio II, Patrimonio bibliografico e diritto d’autore c/o Biblioteca Nazionale Centrale, Viale del Castro Pretorio, 105 – 00185 Roma. Da una progettazione esplosa a radiale e poi plastica poliedrica. Quale è lo strumento più diretto ad esprimere i sentimenti se non la musica, ben descritto nello “Lo Spirituale nell’Arte” di Wassily Kandinsky, ed i colori con le loro intensità sono il mezzo più diretto tra noi e l’ignoto, per l’appunto ciò che non è conscio, il nostro inconscio. Bianco, nero, rosso, blu, giallo sono i colori primari. Con questi colori faccio tutti i colori. Geometria, Matematica, l’intero Universo e regolato dalla geometria. Basta guardare una margherita. L’Architettura, anche se rispetto all’Arte ha un limite, cioè deve essere a misura d’uomo, è comunque una forma di comunicazione ed espressione che si trasforma in costruito, e se riesce a stimolare l’immaginario di chi la fruisce è riuscita. Quando mi sono recato presso l’attuale Stone City a febbraio del 2016, per motivi personali e ho visitato il luogo sono rimasto colpito, uno, dalla Casa in legno attuale edificio per l’Azienda a Bolgare (BG), Razionalista, con travi che compenetrano lo spazio, come se fosse una caverna e poi, dalla Miniera Museo, esposizione di pietre e oggetti, tra cui prismi irregolari, per l’appunto aventi una forma Poliedrica.
Vista sud - est
Vista sud
Stone City
Spazio Marte
Vista nord - est
Vista d'insieme