Autore del progetto
Progetti / GIUSEPPE MILESI

LO SPAZIO SACRO

Località Milano (MI)
Anno 2020
Condizioni Tavole di concorso
Tipologia Edifici pubblici
Struttura prevalente Cemento armato
Spazio Sacrosanto. Concorso Internazionale di uno Spazio Sacro per tutti, un luogo di Fede Multiculturale. ® Progetti di Architettura Poliedrica © 2018 Milesi Giuseppe. Certificato di Successo. Il progetto presentato e coperto da Brevetto e Copyright Internazionale. Essa è una forma Poliedrica Irregolare con un preciso metodo di costruzione, ove variando una misura si chiude ed espande in modo proporzionato. E’ una forma a stella, in parte interrata per 7.80 mt, di 2970 mq (900 visitatori) ed il resto, fuori terra di 40 mt, per garantire una temperatura interna di 12 °C, che parte da uno sviluppo in pianta a sei punte a quota 0.00, coprendo una determinata superficie fino alla sommità, un punto, l’Immateriale. L’Idea che supporta il progetto che ha le sue origini nel 1996, è di una Chiesa Universale, per tutte le culture garantendo in contemporaneità, spazzi per diverse celebrazioni, ed uno spazio aggregativo di 630 mq, con bagni, mensa – bar, cucina, biblioteca ed archivio e sala conferenze. Esso deve essere neutro, puntando sulla spiritualità, da sei bracci ad un punto, e giocare su una luce spirituale, data dalla volta celeste, che illumina l’interno grazie a sei vetrate. Per la notte c’è un lampadario, alla quota 0.00, che funge anche da anello statico. La struttura può essere anche prefabbricata per via della sua semplicità e geometria. La pavimentazione è un gioco di figure geometriche aventi uguali lati ed angoli ed in comune un segmento di 1.73 mt, colorata con colori primari e secondari, astratta. I tamponamenti sono in cemento armato TX Active, autopulente bianco, come pure i muri interrati. I pilastri, generati da due piramidi di triangoli equilateri, segmento 50.00 mt, sono in cemento armato normale, che partono dall’interrato, incontrano l’anello e si uniscono in sommità, a vista, come una volta poliedrica unica. Come per l’interno la luce gioca un ruolo fondamentale sull’esterno, in quanto taglia il classico chiaro – scuro, spezzando le tonalità di luce ed ombra, in tonalità omogenee differenti nelle varie ore del giorno, dando emozioni sempre diverse. Essa deve essere soprannaturale ed è nata da un sentimento.
Fotoinserimento
Lo spazio sacro
Interno giorno
Interno notte